Tag: passato prossimo

Total 48 Posts

Canzone: Vietato Morire

Canzone: Vietato Morire
di Ermal Meta
Difficoltà: avanzato
Tempi: presente, imperfetto, imperativo, futuro, passato prossimo, congiuntivo imperfetto

Buy this song:  On iTunes  On Amazon

Download the Study Sheet

Ricordo quegli occhi pieni di vita
E il tuo sorriso ferito dai pugni in faccia
Ricordo la notte con poche luci
Ma almeno là fuori non c’erano i lupi
Ricordo il primo giorno di scuola
29 bambini e la maestra Margherita
Tutti mi chiedevano in coro
Come mai avessi un occhio nero

La tua collana con la pietra magica
Io la stringevo per portarti via di là
E la paura frantumava i pensieri
Che alle ossa ci pensavano gli altri

E la fatica che hai dovuto fare
Da un libro di odio ad insegnarmi l’amore
Hai smesso di sognare per farmi sognare
Le tue parole sono adesso una canzone

Cambia le tue stelle, se ci provi riuscirai
E ricorda che l’amore non colpisce in faccia mai
Figlio mio, ricorda l’uomo che tu diventerai
Non sarà mai più grande dell’amore che dai

Non ho dimenticato l’istante
In cui mi sono fatto grande
Per difenderti da quelle mani
Anche se portavo i pantaloncini

La tua collana con la pietra magica
Io la stringevo per portarti via di là
Ma la magia era finita
Restava solo da prendere a morsi la vita

Cambia le tue stelle, se ci provi riuscirai
E ricorda che l’amore non colpisce in faccia mai
Figlio mio ricorda l’uomo che tu diventerai
Non sarà mai più grande dell’amore che dai

Lo sai che una ferita si chiude
e dentro non si vede
Che cosa ti aspettavi da grande
non è tardi per ricominciare
E scegli una strada diversa
e ricorda che l’amore non è violenza
Ricorda di disobbedire
e ricorda che è vietato morire
vietato morire

Cambia le tue stelle, se ci provi riuscirai
E ricorda che l’amore non ti spara in faccia mai
Figlio mio ricorda bene che la vita che avrai
Non sarà mai distante dell’amore che dai

Ricorda di disobbedire
Perché è vietato morire

Ricorda di disobbedire
Perché è vietato morire

Perché è vietato morire
Vietato morire

Canzone: Vivere

Canzone: Vivere
di Vasco Rossi
Difficoltà: beginner
Tempi: presente, passato prossimo, futuro

Download the Study Sheet

vivere
è passato tanto tempo
vivere
è un ricordo senza tempo
vivere
è un po’ come perder tempo
vivere
e sorridere

vivere
è passato tanto tempo
vivere
è un ricordo senza tempo
vivere
è un po’ come perder tempo
vivere
e sorridere dei guai
così come non hai fatto mai
e poi pensare che domani sarà sempre meglio

oggi non ho tempo
oggi voglio stare spento

vivere
e sperare di star meglio
vivere
e non essere mai contento
vivere
come stare sempre al vento
vivere
come ridere

vivere, vivere
anche se sei morto dentro
vivere, vivere
e devi essere sempre contento
vivere
è come un comandamento

vivere
o sopravvivere
senza perdersi d’animo mai
e combattere e lottare contro tutto contro

oggi non ho tempo
oggi voglio stare spento

vivere, vivere
e sperare di star meglio
vivere, vivere
e non essere mai contento
vivere, vivere
e restare sempre al vento a
vivere
e sorridere dei guai
proprio come non hai fatto mai
e pensare che domani sarà sempre meglio


Grazie a Giuseppe!

Canzone: L’Anno Zero

Canzone: L’anno Zero
di Nek
Difficoltà: avanzato
Tempi: presente, futuro, passato prossimo

Buy this song:  On iTunes  On Amazon

Download the Study Sheet

stanco di me,
stanco di tutto,
stanco di questi giorni
che si piegano su me
stanco di chi mi scalda il letto
di causa effetto,
di slealtà e di banalità
mi stendo di sonnifero tra un po’
almeno dormirò
traverserò strade che ho perso,
zone scordate che non so
e voglie che non ho
e troverò anime sparse
in questa nebbia densa
che non ci si vede più

ma un giorno
tutto questo cambierà
e l’anno zero andrà
e l’anno zero andrà

io ti vorrò
anche se sbagli
e se la tua diversità
a te mi legherà
una fottuta guerra non verrà
soltanto qualche schiaffo alla realtà
se l’anno zero andrà
e l’anno zero andrà

ed una nuova luce squarcerà un cielo,
che nessuno ha visto mai, mai, mai
e l’anno zero andrà
e l’anno zero andrà
e l’anno zero andrà

ma l’anno zero va!


Grazie a Annamarie per la richiesta!

Canzone: Eccolo Qua Il Natale

Canzone: Eccolo Qua Il Natale
di Radio Deejay
Difficoltà: avanzato
Tempi: presente, passato prossimo, congiuntivo imperfetto

Download the Study Sheet

La neve scende giù, sui tetti delle case,
si accendono per noi le luci nelle strade.
La gente tira il fiato, “tante grazie, meno male.”
Eccolo qua il Natale.

La radio passa già le canzoni di Sinatra,
e come una promessa se ne va una serenata,
la cravatta che mi hai regalato l’anno scorso l’ho cambiata.
Immagina che bello con i parenti a cena,
tuo padre accende il fuoco, prepara l’atmosfera,
è quasi mezzanotte ma non puoi fermare il tempo questa sera.

Eccolo qua il Natale, eccolo qua il Natale.
Eccola qua una notte tra tante, eccolo qua il Natale.

Eccolo qua il Natale, eccolo qua il Natale.
Eccola qua una notte tra tante, eccolo qua il Natale.

Qualcosa che non c’era illumina le piazze,
risveglia le città e il cuore alle ragazze.
Tutta questa malinconia, sembra andarsene via.
Eccolo qua il Natale, non importa se ci credi,
che ci rimette in fila come fossimo presepi,

Eccolo qua il Natale, eccolo qua il Natale.
Eccola qua una notte tra tante, eccolo qua il Natale.

Eccolo qua il Natale, eccolo qua il Natale.
Eccola qua una notte tra tante, eccolo qua il Natale.

Per le navi e i pescatori, per i grandi sognatori,
per chi aspetta l’occasione, per chi resta sempre fuori,
per i giochi dei bambini, per i furbi e gli assassini,
per mia madre, per gli artisti, per chi scrive le canzoni,

Eccolo qua il Natale, eccolo qua il Natale.
Eccola qua una notte tra tante, eccolo qua il Natale.

Canzone: Quello Che Non Ti Ho Detto

Canzone: Quello Che Non Ti Ho Detto
di Modà
Difficoltà: avanzato
Tempi: presente, passato prossimo, imperativo

Buy this song:  On iTunes  On Amazon

Download the Study Sheet

Scusami
se quella sera sono stato troppo fragile
e non ho avuto proprio forza per resistere
per fregarmene

Scusami
Ma la voglia di sentirti era incontrollabile
Dirti tutto in quel momento era impossibile
Era inutile

Scusami
se ho preferito scriverlo
che dirtelo
ma non è facile dirti che
sei diventata il senso
di ogni mio giorno
momento, perché
perché sei fragile

Scusami
se io non sto facendo altro che confonderti,
ma vorrei far di tutto per non perderti,
voglio viverti

Parlami
ma ti prego, dì qualcosa oppure stringimi
ho paura del silenzio e dei tuoi brividi
e dei miei limiti

Scusami
se ho preferito scriverlo
che dirtelo
ma non è facile dirti che
sei diventata il senso
di ogni mio giorno
momento, perché
perché sei fragile
e come me sai piangere

Scusami
se ho preferito scriverlo
che dirtelo
ma non è facile dirti che
sei diventata il senso
di ogni mio giorno
momento, perché
perché sei fragile
e come me sai piangere