Tag: presente

Total 106 Posts

Canzone: Vorrei Incontrarti Fra Cent’anni

Canzone: Vorrei Incontrarti Fra Cent’anni
di Ron e Tosca
Difficoltà: intermedio
Tempi: presente, futuro, imperativo, condizionale presente

Buy this song:  On iTunes  On Amazon

Download the Study Sheet

Vorrei incontrarti fra cent’anni
tu pensa al mondo fra cent’anni
ritroverò i tuoi occhi neri
tra milioni di occhi neri
saran belli più di ieri

Vorrei incontrarti fra cent’anni
rosa rossa tra le mie mani
dolce profumo nelle notti
abbracciata al mio cuscino
starò sveglio per guardarti
nella luce del mattino

Oh! Questo amore!
Più ci consuma più ci avvicina
Oh! Questo amore!
È un faro che brilla

Vorrei incontrarti fra cent’anni
combatterò dalla tua parte
perché tale è il mio amore
che per il tuo bene
sopporterei ogni male

Vorrei incontrarti fra cent’anni
come un gabbiano volerò
sarò felice come il vento
perché amo e sono amato
da te che non puoi cancellarmi
e cancellarti non posso

Io voglio amarti voglio averti
dirti quel che sento
abbandonare la mia anima
chiusa dentro nel tuo petto
Chiudi gli occhi dolcemente
e non ti preoccupare
entra nel mio cuore
e lasciati andare

Oh! Questo amore!
Più ci consuma più ci avvicina
Oh! Questo amore!
È un faro che brilla
in mezzo alla tempesta
Oh! Questo amore!
in mezzo alla tempesta
senza aver paura

Vorrei incontrarti fra cent’anni
tu pensa al mondo fra cent’anni
ritroverò i tuoi occhi neri
tra milioni di occhi neri
saran belli più di ieri
saran belli più di ieri


Grazie a Franco!


 

Canzone: #RLL (Riprenditi Le Lacrime)

Canzone: Riprenditi le lacrime
di Nina Zilli
Difficoltà: avanzato
Tempi: presente, imperativo, futuro, congiuntivo imperfetto, condizionale presente

Download the Study Sheet

Giorni più dolci vissuti con te
rivedendo le immagini
di un bene che adesso non c’è
ma poi quando arriva la notte
le mie mani nel letto ti cercano
l’orgoglio ferito conosce il perdono e perdona però

Riprenditi le lacrime
ridammi le mie favole
non perderti e chiedimi
se ho ancora bisogno di te
lontani come un’isola
i sogni più romantici
promettimi che torni qui
con una parola per me

Quante promesse di felicità
stelle mai conosciute e perdute nell’oscurità
se tu fossi una fiamma già spenta
le mie labbra ora non brucerebbero
il tempo ferisce o guarisce ma è presto dimenticherò

Riprenditi le lacrime
ridammi le mie favole
non perderti e chiedimi
se ho ancora bisogno di te
lontani come un’isola
i sogni più romantici
promettimi che torni qui
con una parola per me

Quando arrivi mi spegni
quante volte mi trovi e mi perdi
e adesso mi chiedo se quello che voglio davvero sei tu

Riprenditi le lacrime
e spazza via le nuvole
non perderti e chiedimi
se ho ancora bisogno di te
lontani come un’isola
i sogni più romantici
promettimi che torni qui
con una parola per me
riprenditi le lacrime

 

Canzone: Una Finestra tra le Stelle

Canzone: Una Finestra tra le Stelle
di Annalisa
Difficoltà: intermedio
Tempi: presente, imperativo

Buy this song:  On iTunes  On Amazon

Download the Study Sheet

Cambio faccia, cambio modo di pensare
se una goccia di una lacrima versata
ti accarezza il viso mentre ridi e dici che è la pioggia

Ed è più dolce la paura se mi tieni
in un tuo abbraccio – riesco a sentire anche il profumo
della notte mentre continui a sorprendermi

Disegna una finestra tra le stelle
da dividere col cielo,
da dividere con me
e in un istante io ti regalo il mondo

Baciarti e poi scoprire che l’ossigeno
mi arriva dritto al cuore
solo se mi baci te
e non sentire
bisogno più di niente

Non fermare quel tuo modo di riempire
le parole di colori e suoni in grado di cambiare
il mondo che non ero in grado di vedere

Ed è più dolce la paura se mi tieni
in un tuo abbraccio – riesco a sentire anche il profumo
della notte mentre continui a sorprendermi

Disegna una finestra tra le stelle
da dividere col cielo,
da dividere con me
e in un istante io ti regalo il mondo

Baciarti e poi scoprire che l’ossigeno
mi arriva dritto al cuore
solo se mi baci te
e non sentire
bisogno più di niente

 

Canzone: Vuoto a perdere

Canzone: Vuoto a perdere
di Noemi
Difficoltà: avanzato
Tempi: presente, passato prossimo, futuro, congiuntivo imperfetto

Buy this song: On Amazon

Download the Study Sheet

Sono un peso per me stessa
sono un vuoto a perdere
Sono diventata grande senza neanche accorgermene
e ora sono qui che guardo
che mi guardo crescere
la mia cellulite le mie nuove
consapevolezze

Quanto tempo che è passato
senza che me ne accorgessi
quanti giorni sono stati
sono stati quasi eterni
quanta vita che ho vissuto inconsapevolmente
quanta vita che ho buttato
che ho buttato via per niente

Sai ti dirò come mai
giro ancora per strada
vado a fare la spesa
ma non mi fermo più
a cercare qualcosa
qualche cosa di più
che alla fine poi ti tocca di pagare

Sono un’altra da me stessa
sono un vuoto a perdere
sono diventata questa
senza neanche accorgermene
ora sono qui che guardo
che mi guardo crescere la mia cellulite le mie nuove
consapevolezze

Sai ti dirò come mai
giro ancora per strada
vado a fare la spesa
ma non mi fermo più
mentre vado a cercare quello che non c’è più
perché il tempo ha cambiato le persone
ma non mi fermo più
mentre vado a cercare quello che non c’è più
perché il tempo ha cambiato le persone

Sono un’altra da me stessa
sono un vuoto a perdere
sono diventata questa
senza neanche accorgermene.

 

Canzone: Caruso

Canzone: Caruso
di Lucio Dalla
Difficoltà: avanzato
Tempi: presente, passato remoto, trapassato prossimo, imperfetto, Neapolitan dialect

Buy this song: On Amazon

Download the Study Sheet

Qui dove il mare luccica e tira forte il vento
su una vecchia terrazza davanti al golfo di Surriento
un uomo abbraccia una ragazza dopo che aveva pianto
poi si schiarisce la voce e ricomincia il canto

Te voglio bene assaje
ma tanto, tanto bene sai
è una catena ormai
che scioglie il sangue dint’e vene sai

Vide le luci in mezzo al mare
pensò alle notti là in America
ma erano solo le lampare e
la bianca scia di un’elica

Sentì il dolore nella musica, si alzò dal pianoforte
ma quando vide la luna uscire da una nuvola
gli sembrò più dolce anche la morte

Guardò negli occhi la ragazza,
quegli occhi verdi come il mare
poi all’improvviso uscì una lacrima
e lui credette di affogare

Te voglio bene assaje
ma tanto tanto bene sai
è una catena ormai
che scioglie il sangue dint’e vene sai

Potenza della lirica dove ogni dramma è un falso
che con un po’ di trucco e
con la mimica puoi diventare un altro
ma due occhi che ti guardano, così vicini e veri
ti fan scordare le parole, confondono i pensieri

Così diventa tutto piccolo, anche le notti là in America
ti volti e vedi la tua vita come la scia di un’elica

Ma sì, è la vita che finisce ma lui non ci pensò poi tanto
anzi si sentiva già felice e ricominciò il suo canto

Te voglio bene assaje ma tanto tanto bene sai
è una catena ormai che scioglie il sangue dint’e vene sai
Te voglio bene assaje ma tanto tanto bene sai
è una catena ormai che scioglie il sangue dint’e vene sai


Grazie a Annamarie!