Category: Raccontami Una Storia

Total 2 Posts

Il Pipistrello

eastern red bat - vespertilio rosso orientale - Lasiurus borealis

Download the Study Sheet

Tempi: presente, passato prossimo, imperfetto, congiuntivo imperfetto
Difficoltà: intermedio

Qui in America celebriamo Halloween. È un giorno di fantasmi, ragni, zucche, maschere, streghe, scheletri, pipistrelli, ratti, e anche dolci e scherzi. Per celebrare Halloween quest’anno vi racconto una cosa che mi è successa due anni fa.

Era ottobre. Camminavo con un amico in un parco vicino casa mia. Le foglie colorate erano sparpagliate a terra. Mentre camminavamo ho visto qualcosa di interessante tra le foglie. Tra le foglie colorate, emergevano due piccole cose. Sembravano essere fatte di carta o di plastica sottile. Mi sono avvicinata un po’ e mi sono resa conto che erano ali. Forse era una decorazione per Halloween? Ma, no. Ho guardato meglio e la “cosa” tra le ali… respirava! Era un vero pipistrello! Riuscivo a vedere i denti piccoli e affilati dentro la bocca.

eastern red bat - vespertilio rosso orientale - Lasiurus borealis
Vedete i piccoli denti?

Gli occhi erano chiusi, probabilmente perché il sole splendeva e i pipistrelli sono animali notturni. All’inizio, credevamo che il pipistrello fosse malato. Non volevamo che un bambino lo trovasse e venisse morso. Così abbiamo chiamato il controllo animali. Mentre aspettavamo, il mio amico ha deciso di girare il pipistrello, che era sulla schiena, e di farlo appoggiare sul petto.

eastern red bat - vespertilio rosso orientale - Lasiurus borealis
Il mio amico l’ha girato sul petto

Il pipistrello è restato così per un po’ e il mio amico ancora una volta gli ha dato un colpetto leggero. All’improvviso il nostro nuovo amico si è svegliato ed è volato via! Non era malato, era solamente stordito per un momento.

Dopo quell’episodio ho fatto un po’ di ricerca e ho scoperto che era un vespertilio rosso orientale (Eastern Red Bat in inglese) ed era femmina. Durante il giorno i vespertili rossi dormono tra i rami degli alberi. Forse un uccello ha disturbato quello che avevamo trovato noi. Però, tutto è bene quel che finisce bene!

Happy Halloween!

 

 

Corretto da: Denise

La Barca Da Remi

UncleJohnnyMomMeNoniPop
Io con (da sinistra a destra) mio nonno, mia madre, mio prozio, e mia nonna, al negozio di mio prozio circa gli anni settanta.

Tempi: presente, imperfetto, passato prossimo
Difficoltà: intermedio

Download the Study Sheet

Tutti noi sappiamo che il miglior modo d’imparare una nuova lingua è parlare. Il secondo miglior modo è scrivere! Ogni giorno scrivo nel mio diario e provo ad usare tutte le forme dei verbi. Per imparare di usare meglio l’imperfetto mi piace di raccontare storie. Ecco qualcosa che mi è successo quando ero piccola…

Quando ero piccola, i miei nonni vivevano in Florida. Quindi, ogni anno andavo con la mia famiglia per visitarli per due settimane. Vivevano molto vicini alla spiaggia, quindi, passavamo la maggior parte dei giorni là. Ma, per almeno un giorno visitavamo mio prozio. Lui e sua moglie erano un po’ diversi. Vivevano come contadini del paese vecchio. Non avevano aria condizionata, non avevano un frigorifero, non avevano i conforti che tutti godevano anche in quei giorni. Vivevano su un pezzo di terra grande sulle rive del fiume Tomoka. Sull’altro lato del fiume c’era una palude. Il giardino non era disegnato. Era tutto selvatico come una giungla. C’erano ragni enormi. E le zanzare! Era un posto molto interessante per una bambina di cinque anni.

Un giorno eravamo lì e abbiamo deciso di uscire sul fiume in una barca da remi che mio prozio aveva. Siamo saliti sulla barca e abbiamo cominciato a remare. Eravamo nel mezzo del fiume quando siamo resi conto che la barca affondava! Abbiamo dimenticato di tappare un buco nel fondo della barca che serviva per togliere l’acqua dalla barca dopo una pioggia. Ho cominciato a piangere – dopotutto, avevo solo cinque anni! Siamo tornati alla riva tutti interi, ma poco dopo, ho saputo che nel fiume c’erano alligatori!

Corretto da: Rosario